Perché limitarsi a un Bianco Natal quando può essere di tutti i colori?

Esiste un immaginario comune in merito al Natale. Un immaginario attraverso il quale tutti condividiamo scene, sensazioni, ricordi, mescolati in un mix dal profumo e dal sapore inconfondibile che ogni anno preannuncia l’arrivo della festività religiosa più sentita nel mondo cristiano. Circa due miliardi e mezzo di persone che, in un modo o nell’altro, si fermano per celebrare e festeggiare. Anche i nostri artisti hanno attinto da quell’immaginario fatto di stereotipi e tradizioni per ricreare, grazie alla loro arte, l’atmosfera del Natale con quel tocco di originalità implicito nell’opera di fantasia. Qui non stiamo parlando di arte sacra (lo faremo in seguito) qui si parla dell’aspetto più “pagano” del Natale, ma non per questo meno genuino, quello fatto di alberi addobbati, regali e giochi nella neve. In questa collettiva abbiamo raccolto otto tele per altrettanti artisti per raccontare il periodo natalizio attraverso le loro memorie e le loro narrazioni pittoriche. Immagini semplici, dirette, gioiose, calde ed emozionanti, perfette per un biglietto d’auguri.

L’Albero di Natale di Mariam Paré è un’opera scherzosa e allo stesso tempo concettuale. La sintesi di un tipico albero di Natale che scalda il cuore esattamente come un albero reale, in legno e aghi.

E a proposito di calore Padre legge ai bambini sotto l’albero di Natale di Michael Raymond Platzer sa di antico, di ricordi d’infanzia, di calda famigliarità. Un pizzico di infanzia rimpianta da appendere al muro o da inviare come augurio di Natale.

Decorazioni di Natale di Grant William Sharman è un classico. Le decorazioni, luccicanti e colorate, attirano il pennello come una luce attira la falena. Luccicanti, sfavillanti: anche qui il tema perfetto per un biglietto d’auguri.

Santo Natale di Jovito Sasutona ci racconta il Natale in un luogo caldo del mondo, un panorama ben diverso da quelli tipici innevati che costellano l’immaginario occidentale.

Regali sotto l’albero di Natale di Mariusz Maczka ci presenta una scena classica, un’immagine antica, ben riconoscibile e famigliare. Calore, intimità, benessere e gioia fanciullesca in un’opera tanto semplice quanto genuina.

C’è spazio anche per un po’ di ironia con Regali per il Natale di Pierre Bellot. Un Babbo Natale distratto ha perso il suo carico di regali nella neve lungo il percorso che lo conduceva al paese. Luminoso e scanzonato, l’olio di Pierre ci strappa un sorriso.

Il Babbo Natale in slitta sul ponte di Aleksandr Ivanov, invece, non perde regali per strada e, anzi, attraversa un ponticello a tutta birra, immerso in un paesaggio fiabesco.

Stelle di Natale di Maria Ilona Huppi è un inno al colore dominante delle feste, il benaugurante rosso. Le stelle di Natale di Maria augurano buone feste a tutti.