Il significato della pittura per Martin Charl Sodoms

L’arte ha sempre fatto parte di me. La mia creatività abbraccia diverse forme d’arte, cui ho avuto la fortuna di potermi avvicinare in vario modo in diversi momenti della mia vita.

Da ragazzo è stato soprattutto il disegno a giocare un ruolo importante, mentre la pittura è sopraggiunta in seguito, appena approdato all’età adulta, in una fase di grande dolore e insicurezza … Fortunatamente l’arte mi è sempre stata amica fedelissima e molto affidabile!
Mi ha offerto sollievo permettendomi di fuggire alla morsa delle ombre della vita che di tanto in tanto mi hanno tenuto in scacco fin da giovanissimo. La pittura costituisce per me una forma di terapia che mi affranca dalle catene, mi infonde vita e aggiunge colore e luce alla mia esistenza. Senza l’arte la mia vita sarebbe noiosa, grigia, priva di significato e indubbiamente priva di scopo!

La pittura è anche una possibilità di esprimere ciò che si pensa, si prova, si ama o si detesta. È ciò a cui si anela, ciò che si vorrebbe cambiare, ciò che si spera per il futuro, ciò che si ammira del passato … e quant’altro sia in grado di appagarci in quanto esseri umani. Ha qualcosa di miracoloso il modo in cui l’arte unisce le persone intorno al mondo,
indipendentemente dalla loro provenienza. Poiché essa trascende le differenze culturali e fa suoi aspetti di quel che ci rende così unicamente umani. La pittura è nutrimento per l’anima. È uno specchio del legame esistente fra le persone e il passato, fra le persone e la loro condizione umana.